Gli uffici stampa

ufficio stampa - uffici stampa

Gli uffici stampa servono? Benvenuto in questo articolo di Music X dove analizziamo il ruolo dell’ufficio stampa e rispondiamo alla domanda posta da molti artisti: “mi serve un ufficio stampa?”

Partiamo innanzitutto capendo che cos’è un ufficio stampa e cosa fa. Una volta definito qual è il suo ruolo all’interno del panorama musicale, capiamo se è il caso che te ne procuri uno o meno.

Le considerazioni che faremo nelle prossime righe saranno una bella doccia fredda per molti, ma non ci tratterremo: Music X Marketing ha la missione di ridare la musica in mano all’artista.

Aiutiamo gli artisti a creare un business sostenibile dalla loro musica, mediante la corretta applicazione delle leggi di marketing, e li informiamo e formiamo cosicché diventino musicisti consapevoli non più in balia degli eventi e dei player del mercato.

È comune vedere personaggi improvvisati – e truffaldini – macinare guadagni facili sulle spalle degli artisti

L’errore più comune che si commette quando ci si affida ad un ufficio stampa truffaldino, è proprio causato dalla disinformazione: non si ha ben presente qual è il loro lavoro e non soprattutto non sai sa valutare…

Rimediamo subito.

Che cos'è un ufficio stampa

Per definire nella pratica cosa fa un ufficio stampa, banalizziamo all’estremo il concetto – se qualcuno che lavora in un ufficio stampa serio stesse leggendo queste parole, chiediamo venia ma cerchiamo di far passare il concetto nel modo più diretto possibile.

 

Un ufficio stampa contribuisce alla cura della tua immagine pubblica, per così dire, appoggiandosi ad una fitta rete di media come giornali, radio, televisioni e altri canali.

 

Il prodotto tipico dell’ufficio stampa è il comunicato stampa, con il quale diffonde il tuo messaggi ai media appena elencati.

 

Gli uffici stampa non vengono utilizzati solo nell’arte; la politica ha estremo bisogno di un valido ufficio stampa, così come le aziende.

 

È importante capire subito che quando paghi un ufficio stampa NON stai pagando direttamente i giornalisti, le radio o chi fa programmi tv… È illegale!

 

Non puoi pagare un giornalista per scrivere delle notizie “pilotate” da te, anche se queste notizie ti vedono come unico protagonista dell’articolo.

 

Quando paghi un ufficio stampa stai pagando professionisti MEDIATORI tra te e i giornali, radio e tv. La tua notizia finisce sulla scrivania di queste persone e, se l’ufficio stampa è ritenuto attendibile e influente, la notizia viene pubblicata.

 

Il tuo materiale trova quindi spazio o direttamente nel piano editoriale, o negli spazi pubblicitari.

 

Alla base dell’attività di un ufficio stampa troviamo quindi una fitta rete di relazioni coltivate nel tempo. Solo dimostrando di portare contenuti di qualità ai lettori di queste testate, giornalistiche, radiofoniche o televisive che siano, gli uffici stampa sono in grado di farti ascoltare.

 

Tendenzialmente, ogni ufficio stampa si occupa verticalmente di un argomento soltanto, oppure, per le realtà più grandi, al suo interno troviamo tante divisioni, ciascuna per ogni ramo (spettacolo, sport, politica, ecc.).

 

… e la rassegna stampa?

Strettamente correlata a questa attività, troviamo anche la rassegna stampa: la raccolta di tutte le notizie trapelate su tutti i media.

 

Riunendo tutte le notizie pubblicate su un certo brand – o nel nostro caso, su un determinato artista – possiamo farci un’idea concreta della sua reputazione.

Cosa fa un ufficio stampa

Come accennato in precedenza, rivolgendoti ad un ufficio stampa non fai altro che chiedere ad un mediatore di diffondere una notizia riguardante il tuo progetto musicale.

 

È importante che questa informazione sia rilevante per il pubblico, e deve essere inoltre contestualizzata.

 

Uscendo con una notizia sull’uscita del tuo prossimo singolo senza avere alle spalle un brand forte che inquadri la tua musica in un certo modo, la tua news ha lo stesso effetto di una goccia di pioggia su un muro durante un acquazzone estivo.

 

Ecco quindi che ritornano tutti i principi cardine di Music X che stiamo profetizzando da mesi su tutti i nostri canali, e che hanno trovato la loro applicazione pratica nella Music X Masterclass: il percorso di marketing applicato alla musica più avanzato d’Italia.

 

Nel percorso più esteso presente sul mercato, affrontiamo tutti gli argomenti utili all’artista, a partire dall’industria musicale e dalla costruzione del tuo brand, fino ad arrivare ai principi di vendita e networking che ti permetteranno di creare un business sostenibile con la tua musica.

 

Al termine di questo articolo troverai il link per esplorare l’intera tabella dei contenuti della Masterclass.

 

Proseguiamo.

 

Una volta in possesso della tua news, rilevante e contestualizzata, l’ufficio stampa crea il tuo comunicato stampa – che deve rispettare canoni precisi – e lo inoltra alla sua lista contatti.

 

Con questi contatti di testate, giornalisti, radio, tv, ecc. l’ufficio ha instaurato negli anni un solido rapporto di fiducia. Ti basti sapere che alcuni uffici stampa godono di una reputazione tale che non devono neanche entrare in trattativa… Basta alzare il telefono e pronunciare “Vi ho mandato una mail”.

 

Ovviamente non sono tutti così. Gli uffici stampa emergenti devono per forza entrare in trattativa, quindi non è detto che la tua notizia venga pubblicata su quella testata di punta a cui ambivi tanto… ma hanno spiccate doti di vendita e networking, ed è molto probabile che si facciano ascoltare.

 

In ogni caso, ci teniamo a ripeterlo: il lavoro dell’ufficio stampa è ben più ampio. Giocano un ruolo fondamentale per la tua immagine, e i veri professionisti sanno manipolarla per renderla il più possibile “pubblicabile”.

 

Ciò che purtroppo viene venduto agli artisti oggi dagli uffici stampa truffaldini, non è nient’altro che un servizio di SPAM.

 

Li paghi, e loro SPAMMANO – letteralmente, non stiamo scherzando – la tua notizia a tutte le testate, senza avere una relazione con loro, senza aspettarsi una risposta, e soprattutto senza pudore.

 

I peggiori uffici sono quelli che inoltre ti garantiscono la pubblicazione su un certo numero di media.

 

Abbiamo appena visto che se non si gode di una certa reputazione, e soprattutto se non si ha tra le mani una notizia rilevante, la pubblicazione è tutt’altro che garantita: dipende dal risultato della trattativa.

 

Diffida da chi ti garantisce la pubblicazione su X testate, specialmente quelle online.

 

CHIEDI SEMPRE la lista dei partner dell’ufficio stampa, e se adocchi webzine che non hanno nemmeno un dominio proprietario (quelle che, per intenderci, nell’indirizzo del sito hanno le estensioni .wix .blogspot .wordpress o altre)… SCAPPA A GAMBE LEVATE.

 

Se non disponi ancora del budget necessario per rivolgerti ad un ufficio stampa serio – sì, gli uffici stampa di un certo calibro hanno anche dei costi di un certo calibro – fai così:

 

crea una lista di contatti tu stesso, come se fossi il tuo ufficio stampa.

 

Tutte le testate giornalistiche, le radio e le televisioni hanno una mail pubblica a cui ricevere i comunicati stampa e altri messaggi. Raccogli questi indirizzi, prepara una mail scritta a dovere che tocchi i punti di maggior interesse PER I LORO LETTORI/ASCOLTATORI/SPETTATORI e invia il tuo materiale.

 

Rimarrai stupito dai risultati che puoi ottenere in questo modo.

 

Se invece disponi del budget necessario per reclutare un ufficio stampa, fai le tue valutazioni:

sei nel momento storico in cui puoi permetterti di uscire su certi tipi di testate?

Hai un brand forte a sostegno del tuo messaggio?

Qual è il tuo piano da qui ai prossimi X mesi?

Sei in linea con il tuo business plan?

 

Avere i soldi non significa poi saperli spendere nella maniera corretta.

 

Naviga nel nostro blog per approfondire il tema del denaro per gli artisti. Trovi tonnellate di materiale.

Come riconoscere gli uffici stampa truffaldini

È importante toccare anche questo punto, ma saremo brevi.

 

Come detto in precedenza, richiedi la lista di siti, webzine, radio, tv, e di tutti gli altri media partner dell’ufficio, prestando attenzione alle estensioni. Se questi siti possiedono estensioni gratuite, significa che non hanno nemmeno speso 7€ all’anno per comprarsi il dominio… C’è bisogno di dirti che apporto possono dare al tuo progetto musicale? Andiamo avanti.

 

Oltre alla lista dei partner, devi accertarti che l’ufficio stampa attui un’azione di follow up telefonico: è comodo dire “io la mail l’ho mandata”, ma chissà quante email ricevono le testate ogni giorno.

 

Il follow up telefonico è dove avviene la reale trattativa, e un ufficio stampa che si rispetti mette in conto anche questa attività.

 

Ma soprattutto, un ufficio stampa che vuole fare le cose seriamente è in grado di fornirti le sue stesse statistiche: “Ogni comunicato tocca un totale di X testate, di queste ci occupiamo poi di inseguirle con un follow up telefonico, con una media del Y% di chiusura. Significa che riusciamo a farti pubblicare mediamente su Z testate.”

 

Oltre a questi dati specifici, l’ufficio stampa è in grado di misurare inoltre come cambia la tua reputazione online e il sentiment verso la tua notizia.

 

Bada bene, queste sono attività e dettagli che solo uffici stampa seri sono in grado di fornirti… Ma spesso, da questi fattori esulano tutti gli uffici stampa veramente grossi che hanno contatti con le testate più importanti del mercato.

 

In quel caso, è praticamente impossibile misurare l’impatto della tua notizia, perché potrebbe toccare anche i mass media come giornali (cartacei) e tv nazionali, in cui il tracciamento dati è praticamente infattibile.

 

Ultima categoria da cui devi assolutamente tenerti alla larga, sono gli uffici stampa creati “in camerata” dopo aver visto un corso.

 

Ebbene sì, online c’è pieno di “corsi” che ti insegnano come aprire un ufficio stampa… La realtà è che ti spiegano cosa fa un ufficio stampa (in modo molto meno diretto di come abbiamo fatto noi in queste poche righe), e ti “insegna” come crearti le tue liste di SPAM.

 

Queste figure spesso non hanno nemmeno nozioni di copywriting, quindi ti ritrovi in mano testi senza alcun valore che verranno cestinati più velocemente di un porno tedesco scaricato da una mamma in cerca del Torrent di Crudelia della Disney per il figlio.

 

A coronare questo scenario, alcuni di loro potrebbero perfino offrirti una lista di contatti già pre-compilata… Una sfilza di indirizzi mail che non sai se sono attendibili, attivi, e soprattutto di cui non ne conosci il contesto e la specializzazione.

 

E non ti stiamo descrivendo delle mosche bianche… È pieno di questi squali, quindi presta attenzione.

In conclusione...

A nostro avviso il lavoro dell’ufficio stampa è utile in fase più avanzata. Può servirti anche all’inizio del tuo percorso a titolo di riprova sociale, giusto per dire che sei apparso su queste testate…

 

Ma in realtà, il gioco si fa serio quando hai un brand forte, una fan base accanita che insegue le tue news e che quindi risulta appetibile per davvero.

 

Se vuoi iniziare a mettere le mani in pasta in questo mondo, ti suggeriamo di svolgere in autonomia le ricerche più inerenti alla tua nicchia musicale, e…

 

… non escludere di muoverti su LinkedIN. Questo social è utilizzato quotidianamente dai professionisti del settore giornalistico e non. Potresti creare una bella rete di relazioni.

 

Nell’articolo ti abbiamo accennato al corso di marketing applicato alla musica più avanzato sul mercato, la nostra Masterclass: ecco a te il link per consultarne tutti i dettagli e accedere all’intera tabella dei contenuti https://musicxmarketing.it/masterclass

 

Se vuoi partire dalle basi, ti informiamo che abbiamo pubblicato anche la bibbia del marketing musicale: Music X Secrets. Un manuale che racchiude le informazioni pilastro che devi conoscere prima di far decollare il tuo progetto musicale.

 

Puoi accedere all’offerta speciale che abbiamo riservato con l’acquisto del libro, a questo link http://secrets.musicxmarketing.it/

 

Se ancora non fai parte del nostro Gruppo Privato ed Esclusivo su Facebook, ti invitiamo inoltre ad iscriverti a Music X Marketing Community: al suo interno puoi già trovare migliaia di artisti come te che stanno studiando e lavorando sodo per trasformare la loro passione in un business sostenibile.

 

Iscriviti gratuitamente a questo indirizzo https://musicxmarketing.it/community

 

Infine, iscriviti al nostro Canale YouTube dove ogni settimana pubblichiamo video lezioni nuove e gratuite. Abbiamo anche un Podcast che va di pari passo con il Canale!

 

A presto.

Share on twitter
Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Leggi anche

L’industria musicale

L’industria Musicale Non esageriamo nel dire che la maggior parte degli artisti non ha la minima idea di chi lavora nel panorama musicale, di chi

Leggi di più