Diritti musicali e contrattualistica

diritti musicali e contrattualisticaNon puoi dire di essere un artista e avere la presunzione di affermare che lavori con la musica se non conosci nulla di diritti musicali e contrattualistica.
Un inizio tutt’altro che soft per questo articolo in cui andremo a capire insieme l’importanza di diritti musicali e contrattualistica, non trovi?
Era necessario essere incisivi, fin da subito.
La natura giuridica di questo argomento porta gli artisti ad ignorare totalmente la materia…
“Quando sarà il momento mi procurerò un avvocato”
“Tanto ci sono gli studi, oppure me lo spiegherà l’etichetta”
“Ma è il mio manager che fa tutto”
Queste sono solo alcune delle giustificazioni costruite per non dire le cose come stanno:
il diritto è noioso, complesso, ed è una vera palla al piede.
Lo comprendiamo e ti capiamo… Ma vogliamo darti fin da subito un suggerimento importante: non pensare a quanto sia palloso il diritto, pensa piuttosto a tutte le cose “divertenti” e remunerative che puoi fare conoscendolo.
Noi stessi di Music X, inizialmente, eravamo totalmente ignoranti su questo argomento. Poi, come per tutti i nostri progetti, ci siamo rimboccati le maniche, e abbiamo iniziato le nostre famosi notti bianche, passate a studiare i libri di testo, e a girare di città in città per parlare con i maggiori esperti di questo settore.
Ancora prima di mettere le mani in pasta, avevamo capito una cosa: ci sono dinamiche a beneficio dell’artista che sono completamente fuori da ogni ragione, e che l’artista stesso ignora.
Abbiamo dovuto tenerci la mascella così tante volte mentre parlavamo con chi ha fatto dei diritti musicali e della contrattualistica la propria fonte di guadagno principale… E siamo rimasti basiti nello scoprire quanto gli artisti hanno da perdere rimanendo nell’ignoranza più assoluta.
Dovevamo aggiungere questa freccia al nostro arco. Music X, l’ecosistema di marketing musicale che aiuta gli artisti a trasformare la loro passione in un business sostenibile, non sarebbe potuta andare avanti senza introdurre questo argomento nel suo roster.
Rimediamo subito.

Diritti musicali

I diritti musicali sono tutta quella categoria di diritti che tutelano le tue opere, e per cui vieni remunerato: per aver eseguito un brano, averlo composto, ricevuto in cessione, per averne concesso l’utilizzo, eccetera eccetera.
Te lo anticipiamo subito: nelle prossime righe non ti spieghiamo come funziona il diritto, ma ti illustriamo quanto è importante.
Parlare in maniera dettagliata di una materia così complessa e articolata sarebbe impossibile, non basterebbe un libro… Ma tieniti forte, al termine della pagina ti diamo uno spoiler importante.
Gli interrogativi che accompagnano questo topic sono infiniti…
Come si tutela il tuo brano?
Lo puoi inviare a qualcuno prima di pubblicarlo? Se sì, come?
Quando è meglio depositarlo per esempio in SIAE?
Con che logica si spartiscono i proventi di una canzone?
Ti serve un editore?
È vero che l’editore si tiene la metà dei diritti che maturi sulla tua traccia?
Se vuoi rivisitare un brano famoso, come puoi fare senza grane a livello giuridico?
Che differenza c’è tra cover, remix e mix?
Se collabori con un’etichetta, quanto guadagni tu e quanto guadagnano loro?
Si guadagna dai diritti anche sulle riproduzioni dai social?
Cosa sono i diritti connessi? Li stai prendendo?
Puoi vendere una sync? Se sì, come?
Potremmo continuare all’infinito…
Ti sei mai chiesto anche solo la metà di queste cose?
Forse ti stupiamo dicendoti che la maggior parte dei tuoi colleghi artisti non si pone nemmeno lontanamente il problema…
È un equivoco comune pensare che per il poco che si guadagna non vale la pena interrogarsi su certi argomenti…
Anche perché spesso si cerca di dare la colpa agli enti come la SIAE, che per motivi commerciali, markette e altre bassezze, vengono costantemente additati come il male per l’artista.
È una lamentela diffusa quella sui guadagni della SIAE: “Pago tot all’anno, e ricevo solo 12€”
Lo diciamo qui, ma avremo modo di ripeterlo anche più volte in futuro…
Se dalla SIAE guadagni poco, è perché meriti poco.
Non come artista, non come essere umano! Meriti poco perché la tua musica non circola, non generi fan con il tuo brand, non attui le giuste strategie di marketingnon hai un percorso in grado di trasformare l’ignaro curioso in un fan pagante (oppure la tua musica non piace proprio, e lì c’è poco da fare).
Se la tua musica non viene ascoltata, SIAE e gli altri enti hanno ben poco da riconoscerti, perché hanno ben poco da tutelare.
Tienilo a mente: enti come la SIAE sono partner dell’artista, li tutelano, li supportano, e sono meritocratiche.
Sei TU che probabilmente hai firmato il contratto sbagliato o non avevi ben chiare alcune dinamiche sui diritti musicali e ti ritrovi a percepire molto meno di quanto preventivato.
Ecco perché devi conoscere la materia, e non ignorarla…
Immagina se “per sfiga” (siamo ironici), il tuo pezzo diventa una hit. Come gestiresti la situazione? Hai ben chiaro quali sono i tuoi stessi diritti su quel brano, anche dopo aver firmato trepidante un contratto discografico o con un editore?
Oppure rischi di lasciare la maggior parte dei tuoi guadagni sul piatto…?
Questo è ciò che è accaduto a tanti artisti con cui abbiamo parlato mentre svolgevamo le nostre ricerche su diritti musicali e contrattualistica.
C’è chi afferma che, a causa della sua ignoranza in materia, ha firmato dei contratti non così vantaggiosi… e che con quello che ha lasciato sul piatto, avrebbe potuto comprarsi due case in più… Non due Macbook, non uscire a cena ogni giorno… DUE CASE.
Ricordati inoltre che i proventi dei diritti musicali, possono perfino trasformarsi in una rendita.
Ci sono artisti immortali che ancora oggi riempirebbero gli stadi, ma la maggior parte dei grandi sono grandi nel ricordo delle persone, per i loro successi mentre erano sulla cresta dell’onda…
E anche se si ritirano, le loro opere continuano a produrre reddito per loro, grazie ai diritti musicali.
Questo vale per gli artisti esecutori, compositori, e anche per gli autori. Vuoi un esempio che spiazza sempre le persone?
Cristiano Malgioglio.
Probabilmente pensi subito a lui come opinionista di spicco del trash italiano televisivo… Ma credici se ti diciamo che Cristiano Malgioglio è un artista incredibile.
È il paroliere dietro successi storici come Gelato al Cioccolato di Pupo, Cocktail d’Amore di Stefania Rotolo, e Ancora Ancora Ancora interpretato da Mina.
Non è solo uno scrittore eccezionale… È anche un esperto di diritti musicali. Ti lasciamo solo immaginare quanto percepisce dalle riproduzioni e dagli utilizzi di questi soli tre brani.
Ma conoscere i diritti musicali non basta, devi saperne anche di…

Contrattualistica

Altro tema importante.
Arrivato a questo punto, potresti avere il morale un pochino a terra. Il senso di questo articolo potrebbe essere frainteso, e potresti pensare di dover quasi diventare avvocato.
Ti vogliamo subito rasserenare: non è necessario diventare il massimo esperto di questa materia! È sufficiente conoscere i concetti principali e le dinamiche che la governano, perché un domani diventeranno il tuo pane quotidiano.
Come i contratti.
La cosa migliore da fare è sempre quella di rivolgersi ad un professionista, uno studio legale e a chi ne sa davvero. Ma non puoi permetterti di ricevere un contratto tra le mani e leggerne le clausole come se stessi leggendo il bianco tra le righe.
Devi essere in grado di distinguere subito le caratteristiche fondamentali di un contratto, le condizioni, e devi saperle interpretare.
Questo vale per i contratti che riceverai da etichette, editori, manager, oppure quanto tu stesso dovrai stendere un contratto. Vale anche per gli accordi con gli altri artisti: la ripartizione dei diritti su una canzone, la richiesta di autorizzazioni, e molte altre situazioni ancora.
È un mondo complicato, siamo d’accordo con te, e lo puoi affrontare in due modi: continuando a rifiutare di saperne anche solo lo stretto indispensabile e imparando facendo errori a tue spese (che ti costeranno MOLTO CARO…) Oppure metterti di buona volontà e studiare ciò che ti serve.
A proposito del secondo punto, abbiamo una buona notizia per te: a breve riveleremo il progetto a cui stiamo lavorando da mesi, portandoti tutti i concetti necessari, condensati in un unico posto, e tutte le situazioni di chi ha già sbagliato al posto tuo.
Capirai
• come funziona la materia
• come muoverti in maniera efficace
• come evitare gli errori più classici
E potrai accedere a casi studio reali, mettendo le mani su contratti veri e impratichirti.
Per adesso non possiamo rivelarti altro.

Per concludere…

Siamo certi di averti trasmesso l’importanza di una conoscenza quantomeno basilare di diritti musicali e contrattualistica.
Ti invitiamo a rimanere aggiornato per essere notificato subito all’uscita di questo progetto che aprirà gli occhi a tutti gli artisti d’Italia sul mondo del diritto, e che li porterà a giocare ad armi pari con i big dell’industria musicale.
Il miglior modo per farlo, è quello di partecipare attivamente alla nostra Community: il Gruppo Facebook Privato ed Esclusivo che accoglie già migliaia di artisti che studiano e lavorano sodo ogni giorno per trasformare la loro passione in un business sostenibile.
Puoi iscriverti gratuitamente da qui → https://musicxmarketing.it/community
Ti ricordiamo inoltre che ogni settimana sul nostro Canale YouTube e nel Podcast pubblichiamo lezioni gratuite. Iscriviti per non perderti neanche un episodio.
Inoltre, se vuoi dare subito una spinta alla tua carriera musicale, non puoi permetterti di farti scappare il nostro libroMusic X Secrets: i Pilastri del Marketing Musicale.
La spedizione è gratuita e, ancora per pochi giorni, insieme al libro ricevi in omaggio una serie di bonus dal valore di 248€. Afferra subito la tua copia a questo indirizzo, e scopri nel dettaglio tutti i contenuti di questa bibbia del marketing musicale → http://secrets.musicxmarketing.it/
A presto.